Gianfranco Aiello Gianfranco Aiello
Il Presidente
Casa Museo Domenico Aiello

Il rimpianto.
La vita di mio padre è stata segnata dal rimpianto.
Aveva venduto la casa paterna per pagare il collegio dove poter completare gli studi.
Orfano di madre ancora fanciullo, qualche anno dopo perdeva anche il padre.
Studente modello con un fratello di poco più grande e due sorelle sposate con braccianti agricoli,
per studiare non aveva altra scelta.
E il rimpianto di questa perdita me lo trasmise attraverso i suoi ricordi.
Il forno del pane al piano terra, il mobile dispensa ben fornito, il camino, il letto ad alcova.

Adesso non c'è più.

Dopo 70 anni, gli acquirenti di allora hanno deciso di venderla. Ed io l’ho acquistata.
Subito ho messo dinanzi la porta la sua targa: Domenico Aiello.
Poi sono andato al cimitero e gli ho detto: ti ho restituito la casa.
Ma, all'uomo rigoroso, onesto, generoso, dovevo un tributo d' onore.

Così è nata la Casa Museo Domenico Aiello. Una casa di cultura.
Un recupero filologico dell’abitazione lucana; una biblioteca, una collezione di stampe, opere dei massimi pittori lucani e, infine, una videoteca con i migliori servizi televisivi: la Lucania di Mario Trufelli, fondatore e direttore storico di Rai 3 Basilicata, giornalista di Rai 1, conduttore della trasmissione medica Check-up.