SABATO 30/07/2010 - ORE 18.30
Inaugurazione della

DOMENICO AIELLO CASA MUSEO

CINE TEATRO PINO - MOLITERNO (PZ)

Interverranno
Prof. Gianfranco Aiello, Università di Padova
Dott.ssa Angela Latorraca, Consigliere Provinciale
Dott. Renato Cantore Capo Redattore Rai Puglia
Dott. Vito De Filippo Presidente Regione Basilicata
Ing. Giuseppe Tancredi, Sindaco di Moliterno
Dott. Mario Trufelli, Scrittore e giornalista

Comunicato Stampa

Un fortissimo attestato sulla qualità culturale di Moliterno arrivò nel 1902, quando l’allora Presidente del Consiglio dei Ministri, Giuseppe Zanardelli, nel suo storico viaggio in Lucania, diede atto al paese di una straordinaria vivacità in molti campi.
Il maggiore rappresentante di questa apertura verso l’europa fu Ferdinando Petruccelli della Gattina, uno dei primi  giornalisti italiani  a scrivere in 3 lingue.
Nella dolce Val D’Agri, per dirla con Leonardo Sinisgalli, altri uomini moliternesi hanno dato contributi culturali altissimi, cito il solo Giacomo Racioppi, storico e saggista.
Questa è terra di civil servants, di persone capaci di dare al bene comune l’impegno di una vita; come il fondatore della prestigiosa Accademia della Nunziatella di Napoli Giuseppe Parisi, e con lui politici e medici illustri.
Sulla scia di questa lunga storia, s’inserisce in questi giorni un’altra iniziativa: l’apertura della Casa Museo Domenico Aiello, che raccoglie testimonianze scritte, opere d’arte, oggetti, tutti legati alla storia della vecchia e nuova Basilicata.
In particolare sono presenti 5 opere del pittore moliternese Michele Tedesco (1836-1916) ospite nei maggiori musei nazionali. Altri artisti lucani sono rappresentati con tele di rilievo, uno fra tutti Vincenzo Marinelli (1819-1892).
Tra le curiosità, la più antica è la carta geografica del Magini datata 1620.
Sono  presenti, in originale, anche le vedute di Moliterno, Potenza ed altre città lucane dall’opera di Giovan Battista Pacichelli del 1703.
Accanto alla raccolta di libri rari sulla regione, fa spicco la videoteca della Lucania del giornalista Mario Trufelli, con servizi televisivi  ormai storici. Uno su tutti  “Paese giorno e notte”.
La Casa Museo è l’omaggio di un figlio, Gianfranco, noto odontoiatra e docente universitario a Padova, alla memoria del padre.